» Visualizzazione predefinita
 
Scheda carta: 6.1.1.2


MA5 Carta Uso del suolo al 1954

Descrizione della carta

Il progetto di ricerca denominato “Usi del suolo della Provincia di Biella: stato, qualità e dinamiche”, avviato nell’aprile 1998, è stato condotto dalla COOPERATIVA ARCHITETTI E INGEGNERI di Reggio Emilia (CAIRE) su incarico della Provincia.
La realizzazione si è avvalsa dell’integrazione di numerose tecniche (fotointerpretazione, rilevamento diretto, informatica) e discipline (scienze ambientali, forestali, agrarie, economiche, informatica) ed ha permesso di ottenere un ricco corredo di documenti di approfondimento sull’uso del suolo, tra cui la Carta dell’Uso del suolo al 1954, la quale individua i diversi utilizzi dei suoli presenti sul territorio provinciale al 1954.
La carta dell'uso del suolo al 1954 fa parte del repertorio iconografico della " Matrice Ambientale" del PTP (art.1.7 delle Norme di attuazione) con il titolo "MA5 Uso del suolo al 1954 (1:50.000)".
La classificazione degli usi è stata predisposta anche in considerazione dell’impostazione delle legende “Corine-land cover” della Commissione Europea e degli elaborati cartografici realizzati dalla Regione Piemonte, ed ha la seguente strutturazione:

TERRITORI MODELLATI ARTIFICIALMENTE

Aree residenziali e servizi a tessuto continuo: aree strutturate dagli edifici e dalla viabilità. Gli edifici sono destinati ad abitazioni o a servizi pubblici e privati.

Aree residenziali e servizi a tessuto discontinuo: aree caratterizzate dalla presenza di edifici e dalla viabilità. Gli edifici sono destinati ad abitazioni o a servizi pubblici e privati.

Aree industriali e commerciali: aree caratterizzate da edifici destinati ad attività industriali e/o commerciali.

Aree miste (residenziali e industriali): aree caratterizzate da edifici con destinazione mista, residenziale e industriale.

Svincoli stradali

Stazione ferroviaria

Aeroporti

Aree in trasformazione:aree incolte interne alle aree urbane e aree in corso di lottizzazione o soggette ad intervento che, al momento della ripresa fotografica, non presentavano cantieri attivi.

Aree verdi pubbliche e private:aree ricoperte da vegetazione, comprese nel tessuto urbano o isolate, appartenenti a ville moderne o storiche.

Aree sportive e ricreative:aree sportive e ricreativo-turistiche.

Aree estrattive:aree di estrazione di materiali inerti a cielo aperto, comprese le infrastrutture industriali associate, gli impianti di stoccaggio e gli spazi di pertinenza.

Cantieri

Discariche

Depuratori


TERRITORI AGRICOLI

Seminativi semplici associati a prati

Seminativi arborati associati a prati

Risaie

Vivai e colture floricole in serra

Vigneti

Misto vigneti e frutteti

Arboricoltura da legno (pioppeti)


TERRITORI BOSCATI E AMBIENTI SEMI-NATURALI

Boschi di latifoglie

Boschi di conifere

Boschi misti di conifere e latifoglie

Rimboschimenti recenti

Prati, prato-pascoli e pascoli arborati

Brughiera, cespugliati e arbusteti:aree caratterizzate da formazioni vegetali basse e chiuse, composte principalmente da piante erbacee, cespugli e arbusti. Si tratta di aree agricole incolte o ambienti naturali e semi-naturali in evoluzione, nonché le formazioni a pino mugo.

Aree cespugliate:arbustive con copertura arborea carente: aree incolte, ricoperte da cespugli e arbusti con vegetazione arborea molto rada.

Affioramenti litoidi e accumuli detritici:pareti rocciose nude in erosione attiva.

Aree scarsamente vegetate con presenza di roccia

Corpi ghiaioso-sabbiosi fluviali non colonizzati

Corpi ghiaioso-sabbiosi fluviali colonizzati


CORPI IDRICI

Aree umide

Corsi d’acqua:corsi d’acqua naturali o artificiali

Laghi naturali e artificiali

Aree non rilevabili:elementi topografici avente carattere di riservatezza, di cui è vietata la rappresentazione cartografica, ai sensi del D.P.R. del 14 giugno 1968

Top

Informazioni generali

Ambito geografico PROVINCIA DI BIELLA
Reperibilità PROVINCIA DI BIELLA, Settore Pianificazione Territoriale - Sistema Informativo Territoriale Ambientale (S.I.T.A.)
- Tel.015/8480880 - Fax.015/8480741 -
E-Mail: sita@provincia.biella.it
Via Quintino Sella, 12 - 13900 Biella - ITALIA
Ricevimento pubblico: su appuntamento
Primo allestimento: data - produttore - scala di realizzazione 1999 – CAIRE;
1:100.000; 1:25.000
Ultimo allestimento: data - produttore - scala di realizzazione 2004 - PROVINCIA DI BIELLA, Settore Pianificazione Territoriale;
1:50.000
Tagli disponibili e dimensioni 1 taglio formato A0 (cm 84.1x118.9)
Top

Descrizione del processo elaborativo

La Carta dell’Uso del suolo al 1954 è ottenuta mediante la rappresentazione della classe “Uso54” del Dataset “Uso reale del Suolo al 1954 ”.
L’allestimento cartografico originale, ad opera della COOPERATIVA ARCHITETTI E INGEGNERI di Reggio Emilia (CAIRE), è stato realizzato avvalendosi della collaborazione di Liana Cognini, per quanto riguarda la fotointerpretazione, e di Omar Tondelli per la gestione dei dati in ambito di sistema informativo territoriale.
La classe “Uso54” è stata prodotta attraverso la fotointerpretazione del “Volo base” IGM 1954 e prevede, in analogia con la classe “USO94”, la seguente classificazione di usi per il territorio provinciale:
Aree residenziali e servizi a tessuto continuo (USO54=111); Aree residenziali e servizi a tessuto discontinuo (USO54=112);Aree industriali e commerciali (USO54=121);
Aree miste (residenziali e industriali) (USO54=122); Svincoli stradali (USO54=131); Stazione ferroviaria (USO54=132); Aeroporti (USO54=133); Aree in trasformazione (USO54=134); Aree verdi pubbliche e private (USO54=141); Aree sportive e ricreative (USO54=142); Aree estrattive (USO54=151); Cantieri (USO54=152); Discariche (USO54=153); Depuratori (USO54=154); Seminativi semplici associati a prati (USO54=211); Seminativi arborati associati a prati (USO54=212); Risaie (USO54=213); Vivai e colture floricole in serra (USO54=214); Vigneti (USO54=221); Misto vigneti e frutteti (USO54=222); Arboricoltura da legno (pioppeti) (USO54=223); Boschi di latifoglie (USO54=311); Boschi di conifere (USO54=312); Boschi misti di conifere e latifoglie (USO54=313); Rimboschimenti recenti (USO54=314); Prati, prato-pascoli e pascoli arborati (USO54=321); Brughiera, cespugliati e arbusteti (USO54=322); Aree cespugliate, arbustive con copertura arborea carente (USO54=323); Affioramenti litoidi e accumuli detritici (USO54=331); Aree scarsamente vegetate con presenza di roccia (USO54=332); Corpi ghiaioso-sabbiosi fluviali non colonizzati (USO54=333); Corpi ghiaioso-sabbiosi fluviali colonizzati (USO54=334); Aree umide (USO54=411); Corsi d’acqua (USO54=511); Laghi naturali e artificiali (USO54=512); Aree non rilevabili (USO54=6).


La base topografica
La base topografica è quella utilizzata per le carte del P.T.P. ed è stata ottenuta attingendo da archivi di dati geografici di Istituto Geografico Militare Italiano (IGMI), Regione Piemonte, Provincia di Biella e Regione Valle d’Aosta, con il fine di fornire una rappresentazione del territorio provinciale il più completa ed aggiornata possibile, nonché comprensiva delle informazioni dei territori confinanti. L’area rappresentata dalla carta comprende infatti anche alcune aree delle province di Novara, Torino, Vercelli e della Regione Valle d’Aosta per un’ampiezza pari ad un foglio A0 alla scala 1:50.000. In generale i temi di base relativi al territorio della Regione Piemonte derivano dai tipi della Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN) e della Carta Tecnica Regionale Speditiva (CTRS), opportunamente aggiornati e corretti ove necessario per il territorio della provincia di Biella. I temi di base relativi al territorio della Regione Valle d’Aosta sono derivati dalla Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN), ceduti alla Provincia di Biella con autorizzazione n. 558 del 1/8/2002. Le informazioni relative alla toponomastica sono tratte dai dati cartografici numerici dell’Istituto Geografico Militare Italiano (autorizzazione n. 5505 del 10/12/2001), anch’esse opportunamente aggiornate e corrette ove necessario per il territorio della provincia di Biella.
Vengono di seguito descritte le singole operazioni sui dati per ciascuna voce della legenda della carta.

Toponimi: ottenuti dalla rappresentazione della classe “Toponimi_50000” del dataset “Toponomastica”, derivata da opportune elaborazioni ed integrazioni sui dati dell’archivio “Toponimi d’Italia Igmi 97” ad opera dell’IGMI e relativi alle Tavolette serie 25V. Tali dati sono stati corretti ove necessario nel toponimo e nella posizione e sono stati classificati nelle seguenti categorie tipologiche: comuni; fiumi principali e secondari; isole amministrative; località geografiche; località geografiche montane; monti principali; quote; località principali, centri abitati maggiori; altre località. Infine si è fatta un’estrazione di un sottoinsieme di elementi per la rappresentazione alla scala 1:50.000.

Confini amministrativi: per i confini di regione e provincie sono stati utilizzati rispettivamente i dati delle classi “Area regionale” e “Aree provinciali” del dataset “Limiti amministrativi 1:10.000”. Per i confini comunali all’interno della Provincia di Biella sono stati utilizzati i dati della classe “Limiti comunali” del dataset “Limiti amministrativi”. I dati della Regione Valle d’Aosta sono derivati dalla Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN).

Autostrade: Sono stati utilizzati i dati dalla classe "Strade" del dataset "CTR speditiva 1:10.000 (storico)”, ottenuti operando una selezione logica sul campo patrimonialità (PATRIMON = 1).

Viabilità di livello provinciale: comprendente le strade provinciali, regionali e statali. Per la provincia di Biella è stata utilizzata la classe “Strade” del dataset “Strade”, la quale deriva dalla classe "Strade" del dataset "CTR speditiva 1:10.000 (storico)", opportunamente corretta nelle geometrie ed integrata nelle codifiche di patrimonialità e nel nome delle strade. Infine si è operata una selezione logica per estrarre le strade provinciali (NEW_PATRIM = 3), regionali (NEW_PATRIM = 4) e statali (NEW_PATRIM = 2). Per le provincie piemontesi confinanti sono stati utilizzati i dati della classe "Strade" del dataset "CTR speditiva 1:10.000 (storico)", operando una selezione logica per le strade statali (PATRIMON = 2) e provinciali (PATRIMON = 3). Le strade regionali sono comprese in tali selezioni. I dati della Regione Valle d’Aosta sono derivati dalla Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN), archivio 2L (Viabilità stradale e opera d’arte – lineare).

Viabilità di livello comunale: comprendente le strade comunali e le strade di livello inferiore. Per la provincia di Biella è stata utilizzata la classe “Strade” del dataset “Strade”, operando la selezione logica (NEW_PATRIM = 1). Per le provincie piemontesi confinanti sono stati utilizzati i dati della classe "Strade" del dataset "CTR speditiva 1:10.000 (storico)", operando una selezione logica (PATRIMON = 9). I dati della Regione Valle d’Aosta sono derivati dalla Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN), archivio CTRN02L (Viabilità stradale e opere d’arte – lineare).

Ferrovie: vengono rappresentate tutti gli elementi della classe “Linee ferroviarie” del dataset “CTR speditiva 1:10.000(storico)”. I dati della Regione Valle d’Aosta sono derivati dalla Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN), archivio CTRN03L (Viabilità ferroviaria e opere d’arte – lineare).

Idrografia: vengono rappresentati gli elementi appartenenti al dataset "CTR speditiva 1:10.000 (storico)" e relativi alla classe “Idrografia lineare”, ovvero “fiumi, torrenti, canali, rii, ruscelli e fossi con larghezza media inferiore ai 2 m”. Infine si opera una selezione ad escludere le isole fluviali (TIPO <> 0). I dati della Regione Valle d’Aosta sono derivati dalla Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN), archivio CTRN04L (Idrografia e costruzioni idrauliche – lineare).

Isoipse: vengono rappresentati tutti gli elementi del “Gruppo 08 – Altimetria” della CTRN, con selezione logica ad individuare le curve di livello direttrici, ovvero con passo di 50 m (ENT_LIN = “2.08.01”). I dati della Regione Valle d’Aosta sono derivati dalla Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN), archivio CTRN12L (Orografia – lineare).

Punti quotati: (non citato in legenda), vengono rappresentati gli elementi della classe “Punti quotati” del dataset “Altimetria1:100.000”. I dati della Regione Valle d’Aosta sono derivati dalla Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN), archivio CTRN14M (Punti quotati - puntuale).

Top

Dati geografici utilizzati come tematismi

Dataset Classe Proprietà dato
Uso reale del suolo al 1954 Uso 54 Provincia di Biella
Top

Dati geografici utilizzati come temi di base

Dataset Classe Proprietà dato
Toponomastica Toponimi_50000 Provincia di Biella
Limiti amministrativi 1:10.000 Area regionale Regione Piemonte
Limiti amministrativi 1:10.000 Aree provinciali Regione Piemonte
Limiti amministrativi Limiti comunali Provincia di Biella
Strade Strade Provincia di Biella
CTR speditiva 1:10.000 (storico) Linee ferroviarie Regione Piemonte
CTR speditiva 1:10.000 (storico) Idrografia areale Regione Piemonte
CTR speditiva 1:10.000 (storico) Idrografia lineare Regione Piemonte
CTRN Regione Piemonte Gruppo 08 - Altimetria Regione Piemonte
Altimetria 1:100.000 Punti quotati Regione Piemonte
Top

Documentazione allegata

  • Ricerche sull'Uso del Suolo e la Vegetazione, La Carta dell'Uso del Suolo Storica e lo Studio Diacronico delle Dinamiche Territoriali - Relazione illustrativa
Scarica il file Zip (4.051 Kb) Consulta il Pdf (5.467 Kb)
  • Ricerche sull'Uso del suolo e la vegetazione, La Carta dell'Uso del Suolo al 1954 e al 1994 - Dati comunali
Scarica il file Zip (736 Kb) Consulta il Pdf (1.640 Kb)
Top
Consultazione