» Visualizzazione predefinita
 
Scheda carta: 4.1.3


Carta Archivio insediamento storico

Descrizione della carta

La ricerca denominata “Archivio dell’Insediamento Storico”, condotta dalla COOPERATIVA ARCHITETTI E INGEGNERI di Reggio Emilia (CAIRE) su incarico della Provincia a partire dal 1998 e aggiornata dal Settore Pianificazione Territoriale della Provincia di Biella, fa parte degli studi e ricerche legate alla redazione del Piano Territoriale Provinciale (PTP) di Coordinamento.
Uno degli obiettivi del progetto e’ la raccolta di tutti gli elementi rilevanti della Struttura storico insediativa, definiti in “Tessuti storici” e “Insediamenti sparsi ed emergenze isolate”, attraverso il rilievo delle forme assunte nel corso della sua evoluzione e attraverso un’ampia indagine bibliografica e/o interpretazione della cartografia storica.
Con “Tessuti storici” si intendono gli insediamenti urbani agglomerati e annucleati desunti dal Censimento della Popolazione del 1871. Sono stati individuati e descritti utilizzando il confronto tra i dati desunti dai Censimenti della Popolazione del 1871 e del 1951, la classificazione dei tessuti effettuata da G. Vigliano nella Carta delle aree ambientali antropizzate e dei beni architettonici e urbanistici, i dati forniti dai Piani Regolatori Generali. Infine e’ seguito un lavoro di verifica e aggiornamento attraverso le interviste ai sindaci nel 2001.

L' archivio dell'insediamento storico parte della " Matrice Ambientale" del PTP (art.1.7 delle Norme di attuazione).

I tessuti vengono distinti in:

  • Tessuto di rango A al 1871 ( da 3.000 a 10.000 abitanti)
  • Tessuto di rango B al 1871 ( da 1.000 a 2.999 abitanti)
  • Tessuto di rango C al 1871 ( da 300 a 999 abitanti)
  • Tessuto di rango D al 1871 ( da 299 a 100 abitanti)
  • Tessuto di rango E al 1871 ( meno di 99 abitanti con parrocchia)
  • Tessuto di rango F al 1871 ( meno di 99 abitanti)

Con “Insediamenti sparsi ed emergenze isolate” si intendono le principali permanenze delle strutture storico-insediative esterne ai tessuti urbani di impianto storico. Sono stati individuati utilizzando i dati desunti dalla Indagine bibliografica del Progetto A.R.C.A. del 1998, a cura di NA.TUR.ARTE.; dalla catalogazione effettuata dall’Associazione DOC.BI; dallo studio di L. BOCCHIETTO Abitare nel Biellese.
Infine, e’ seguito un lavoro di verifica e aggiornamento attraverso le interviste ai sindaci nel 2001.

Sono stati suddivisi nelle seguenti categorie:

  • Architettura religiosa
    • Chiesa – Oratorio
    • Santuario
    • Santuario con Sacromonte
    • Abbazia
    • Monastero
    • Altro (cappelle)
  • Architettura militare
    • Castello
    • Castello con parco
    • Ruderi di castello
    • Torre
  • Architettura civile
    • Villa
    • Villa con parco
    • Palazzo
    • Palazzo con parco
    • Ponte - Galleria
    • Stabilimento idroterapico
    • Villaggio alpestre
    • Parco
    • Teatro
  • Archeologia industriale
    • Opificio
    • Villaggio operaio
    • Centrale idroelettrica – Gazometro
    • Fornace – Fucina – Mulino
  • Edifici rurali
    • Cascina
Top

Informazioni generali

Ambito geografico PROVINCIA DI BIELLA
Reperibilità PROVINCIA DI BIELLA, Settore Pianificazione Territoriale - Sistema Informativo Territoriale Ambientale (S.I.T.A.)
- Tel.015/8480880 - Fax.015/8480741 -
E-Mail: sita@provincia.biella.it
Via Quintino Sella, 12 - 13900 Biella - ITALIA
Ricevimento pubblico: su appuntamento
Primo allestimento: data - produttore - scala di realizzazione 1998 - CAIRE;
1:50.000
Ultimo allestimento: data - produttore - scala di realizzazione 2003 - PROVINCIA DI BIELLA, Settore Pianificazione Territoriale;
1:25.000
Tagli disponibili e dimensioni 13 Sezioni 1:25.000 formato A1 (cm 84.1x59.4)
Top

Descrizione del processo elaborativo

La Carta dell’Archivio dell’Insediamento Storico è ottenuta mediante la rappresentazione delle classi “Tessuti storici”, “Emergenze isolate” del Dataset “ Beni culturali” e della classe “Toponimi storici” del dataset "Toponomastica" .
La classe “Tessuti storici” e’ stata rappresentata con la seguente classificazione di rango dimensionale, sulla base dei dati del Censimento della Popolazione del 1871:
rango A, insediamenti concentrati da 3000 a 10000 abitanti (RANGO_1871 = ‘A’); rango B, insediamenti concentrati da 1000 a 2999 abitanti (RANGO_1871 = ‘B’); rango C, insediamenti concentrati da 300 a 999 abitanti (RANGO_1871 = ‘C’); rango D, insediamenti concentrati da 100 a 299 abitanti (RANGO_1871 = ‘D’); rango E, insediamenti concentrati con meno di 99 abitanti con parrocchia (RANGO_1871 = ‘E’); ); rango F, insediamenti concentrati con meno di 99 abitanti senza parrocchia (RANGO_1871 = ‘F’).
La classe “Emergenze isolate” e’ stata rappresentata con la seguente classificazione tipologica:
Villa (CODICE_SIT = ‘AC1’); Villa con parco (CODICE_SIT = ‘AC2’); Palazzo (CODICE_SIT = ‘AC3’); Palazzo con parco (CODICE_SIT = ‘AC4’); Ponte – Galleria (CODICE_SIT = ‘AC5’); Stabilimento idroterapico (CODICE_SIT = ‘AC6’); Villaggio alpestre (CODICE_SIT = ‘AC7’); Parco (CODICE_SIT = ‘AC8’); Teatro (CODICE_SIT = ‘AC9’); Opificio (CODICE_SIT = ‘AI1’); Villaggio operaio (CODICE_SIT = ‘AI2’); Centrale idroelettrica (CODICE_SIT = ‘AI3’); Fornace - Fucina – Mulino (CODICE_SIT = ‘AI4’); Castello (CODICE_SIT = ‘AM1’); Castello con parco (CODICE_SIT = ‘AM2’); Ruderi di castello (CODICE_SIT = ‘AM3’); Torre (CODICE_SIT = ‘AM4’); Chiesa – Oratorio (CODICE_SIT = ‘AR1’); Santuario (CODICE_SIT = ‘AR2’); Santuario con Sacromonte (CODICE_SIT = ‘AR3’); Abbazia (CODICE_SIT = ‘AR4’); Monastero (CODICE_SIT = ‘AR5’); Altro (CODICE_SIT = ‘AR6’); Edifici rurali (CODICE_SIT = ‘ER1’).
La classe “Toponimi storici” descrive i nomi dei tessuti storici desunti dal Censimento della Popolazione del 1871.

La base topografica

La base topografica è quella utilizzata per le carte del P.T.P. ed è stata ottenuta attingendo da archivi di dati geografici di Istituto Geografico Militare Italiano (IGMI), Regione Piemonte, Provincia di Biella e Regione Valle d’Aosta, con il fine di fornire una rappresentazione del territorio provinciale il più completa ed aggiornata possibile, nonché comprensiva delle informazioni dei territori confinanti. L’area rappresentata dalla carta comprende infatti anche alcune aree delle province di Novara, Torino, Vercelli e della Regione Valle d’Aosta per un’ampiezza pari ad un foglio A0 alla scala 1:50.000. In generale i temi di base relativi al territorio della Regione Piemonte derivano dai tipi della Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN) e della Carta Tecnica Regionale Speditiva (CTRS), opportunamente aggiornati e corretti ove necessario per il territorio della provincia di Biella. I temi di base relativi al territorio della Regione Valle d’Aosta sono derivati dalla Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN), ceduti alla Provincia di Biella con autorizzazione n. 558 del 1/8/2002. Le informazioni relative alla toponomastica sono tratte dai dati cartografici numerici dell’Istituto Geografico Militare Italiano (autorizzazione n. 5505 del 10/12/2001), anch’esse opportunamente aggiornate e corrette ove necessario per il territorio della provincia di Biella. Vengono di seguito descritte le singole operazioni sui dati per ciascuna voce della legenda della carta.

Confini amministrativi: per i confini di regione e provincie sono stati utilizzati rispettivamente i dati delle classi “Area regionale” e “Aree provinciali” del dataset “Limiti amministrativi 1:10.000”. Per i confini comunali all’interno della Provincia di Biella sono stati utilizzati i dati della classe “Limiti comunali” del dataset “Limiti amministrativi”. I dati della Regione Valle d’Aosta sono derivati dalla Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN).

Autostrade: Sono stati utilizzati i dati dalla classe "Strade" del dataset "CTR speditiva 1:10.000 (storico)”, ottenuti operando una selezione logica sul campo patrimonialità (PATRIMON = 1).

Viabilità di livello provinciale: comprendente le strade provinciali, regionali e statali. Per la provincia di Biella è stata utilizzata la classe “Strade” del dataset “Strade”, la quale deriva dalla classe "Strade" del dataset "CTR speditiva 1:10.000 (storico)", opportunamente corretta nelle geometrie ed integrata nelle codifiche di patrimonialità e nel nome delle strade. Infine si è operata una selezione logica per estrarre le strade provinciali (NEW_PATRIM = 3), regionali (NEW_PATRIM = 4) e statali (NEW_PATRIM = 2).
Per le provincie piemontesi confinanti sono stati utilizzati i dati della classe "Strade" del dataset "CTR speditiva 1:10.000 (storico)", operando una selezione logica per le strade statali (PATRIMON = 2) e provinciali (PATRIMON = 3). Le strade regionali sono comprese in tali selezioni. I dati della Regione Valle d’Aosta sono derivati dalla Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN), archivio 2L (Viabilità stradale e opera d’arte – lineare).

Viabilità di livello comunale: comprendente le strade comunali e le strade di livello inferiore. Per la provincia di Biella è stata utilizzata la classe “Strade” del dataset “Strade”, operando la selezione logica (NEW_PATRIM = 1). Per le provincie piemontesi confinanti sono stati utilizzati i dati della classe "Strade" del dataset "CTR speditiva 1:10.000 (storico)", operando una selezione logica (PATRIMON = 9). I dati della Regione Valle d’Aosta sono derivati dalla Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN), archivio CTRN02L (Viabilità stradale e opere d’arte – lineare).

Ferrovie: vengono rappresentate tutti gli elementi della classe “Linee ferroviarie” del dataset “CTR speditiva 1:10.000(storico)”. I dati della Regione Valle d’Aosta sono derivati dalla Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN), archivio CTRN03L (Viabilità ferroviaria e opere d’arte – lineare).

Idrografia: vengono rappresentati tutti gli elementi appartenenti al dataset "CTR speditiva 1:10.000 (storico)" e in particolare alla classe “Idrografia areale”, ovvero “elementi areali sulla carta al tratto, ossia fiumi, torrenti e canali con larghezza media superiore ai 2 m, laghi naturali e artificiali (compresi i laghi di cava), isolotti”; e alla classe “Idrografia lineare”, ovvero “fiumi, torrenti, canali, rii, ruscelli e fossi con larghezza media inferiore ai 2 m”. Infine si opera una selezione ad escludere le isole fluviali (TIPO <> 0). I dati della Regione Valle d’Aosta sono derivati dalla Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN), archivio CTRN04L (Idrografia e costruzioni idrauliche – lineare).

Isoipse: vengono rappresentati tutti gli elementi del “Gruppo 08 – Altimetria” della CTRN, con selezione logica ad individuare le curve di livello direttrici, ovvero con passo di 50 m (ENT_LIN = “2.08.01”). I dati della Regione Valle d’Aosta sono derivati dalla Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN), archivio CTRN12L (Orografia – lineare).

Punti quotati: (non citato in legenda), vengono rappresentati gli elementi della classe “Punti quotati” del dataset “Altimetria1:100.000”. I dati della Regione Valle d’Aosta sono derivati dalla Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN), archivio CTRN14M (Punti quotati - puntuale).

Edifici: per la provincia di Biella è stata utilizzata la classe “Edifici” del dataset “Edifici”, che costituisce un aggiornamento “speditivo” della CTRN della Regione Piemonte sulla base delle ortofoto IT2000 e limitatamente al macrolivello informativo riferito a “Fabbricati, arredo urbano e manufatti tecnici”. Su tali dati si è operata una selezione logica ad escludere gli elementi della CTRN non più presenti alla data del volo IT2000 (CGR <> NO). Per le provincie piemontesi confinanti vengono rappresentati gli elementi del “Gruppo 02 – Fabbricati, arredo urbano e manufatti tecnici” della CTRN, identificati come: unità volumetrica di edificio residenziale (TIPO = “2.02.01”); unità volumetrica di edificio industriale (TIPO = “2.02.11”); unità volumetrica di chiesa o edificio religioso (TIPO = “2.02.13”); unità volumetrica di castello o edificio di valore storico-artistico (TIPO = “2.02.14”); unità volumetrica di edificio sovrastante strada (TIPO = “2.02.04”); unità volumetrica di edificio sovrastante corsi o specchi d’acqua (TIPO = “2.02.05”); tettoia o pensilina (TIPO = “2.02.06”); unità volumetrica di baracca (TIPO = “2.02.07”); unità volumetrica di cabina elettrica (TIPO = “2.02.26”); unità volumetrica di silos, contenitore, cisterna (TIPO = “2.02.27”). I dati della Regione Valle d’Aosta sono derivati dalla Carta Tecnica Regionale Numerica (CTRN), archivio CTRN01P (Fabbricati civili e industriali – poligonale).

Top

Dati geografici utilizzati come tematismi

Dataset Classe Proprietà dato
Beni culturali Emergenze isolate Provincia di Biella
Beni culturali Tessuti storici Provincia di Biella
Toponomastica Toponimi storici Provincia di Biella
Top

Dati geografici utilizzati come temi di base

Dataset Classe Proprietà dato
Limiti amministrativi 1:10.000 Area regionale Regione Piemonte
Limiti amministrativi 1:10.000 Aree provinciali Regione Piemonte
Limiti amministrativi Limiti comunali Provincia di Biella
Strade Strade Provincia di Biella
CTR speditiva 1:10.000 (storico) Linee ferroviarie Regione Piemonte
CTR speditiva 1:10.000 (storico) Idrografia areale Regione Piemonte
CTR speditiva 1:10.000 (storico) Idrografia lineare Regione Piemonte
CTRN Regione Piemonte Gruppo 08 - Altimetria Regione Piemonte
Altimetria 1:100.000 Punti quotati Regione Piemonte
Edifici Edifici Provincia di Biella
Top

Documentazione allegata

  • Matrice ambientale - Archivio dell'insediamento storico (senza cartografia)
Scarica il file Zip (3.857 Kb) Consulta il Pdf (4.410 Kb)
Top
Consultazione